...opinioni sui film...libri...musica e...non solo!

lunedì 15 febbraio 2016

La Grande Scommessa di Michael Lewis



Il libro che ha ispirato il film!

Scommettere contro il sistema e guadagnarci.
È quello che ha fatto un piccolo gruppo di speculatori visionari dopo aver intuito cosa stava succedendo sul mercato, ben prima dello scoppio della crisi mondiale nel 2008.
Ne hanno approfittato, facendo a volte precipitare gli eventi e uscendone vincenti
La grande scommessa è la storia della crisi dal loro punto di vista. Personaggi fuori dagli schemi, "eroi" dai caratteri difficili, sconosciuti ai più ma fondamentali per capire che cosa è successo veramente.
Una coppia di ragazzi partita con 100 mila dollari da un garage; un medico che gioca a investire a tempo perso nelle (pochissime) ore libere e divulga consigli finanziari in un forum; il trader arrogante che pensava di saperne una più degli altri, e che scoprirà di aver ragione.
In comune, una certa "eccentricità" che li ha portati a non ascoltare il senso comune, la droga collettiva che spingeva tutto il resto del mercato a pensare che i rendimenti sui mutui e sui derivati non sarebbero mai finiti.
Una manciata di protagonisti improbabili – ma reali – su cui Lewis modella una storia avvincente, dimostrando ancora una volta di essere il migliore e più acuto cronista finanziario del nostro tempo.

La Grande Scommessa



Michael Lewis
giornalista finanziario e scrittore di fama mondiale

Figlio di un avvocato, scrive e lavora per il New York Times. Vive a Parigi insieme alla moglie Tabitha Soren. Cresciuto a New Orleans ha una laurea e un master in economia, conseguita alla London School of Economics.

Dopo l'università lavora alla Salomon Brothers di New York, una delle banche più famose del mondo. Scopre che il mondo della borsa e degli affari, a quel tempo glorificato, altro non è che un mondo pieno di lupi pronti a sbranare ingenue pecore (i piccoli investitori), su questo argomento esce il suo primo libro Liar's Poker (1989), di successo internazionale.
Diventa in seguito giornalista a tempo pieno per il settimanale inglese The Spectator, per poi passare alla prestigiosa rivista The New Republic. Dall'estate del 1998 al gennaio del 2000 insegna giornalismo a Berkley.

Il suo secondo libro è The New New Thing che parte dalla storia di Jim Clark (uno dei fondatori di Netscape assieme a Marc Andreessen) e racconta l'etica degli imprenditori della Silicon Valley. Il titolo prende in giro l'ossessione dell'industria tecnologica di capire in anticipo quale sia il prodotto e il settore su cui investire. 

Viene il suo terzo libro: Next, il futuro è già avvenuto  Nel 2006 racconta la storia di Michael Oher nel libro The Blind Side: Evolution of a Game, da cui nel 2009 è stato tratto il film intitolato The Blind Side e interpretato da Sandra Bullock

Nel 2010 pubblicò il libro The big short che racconta di un piccolo gruppo di speculatori visionari, che avendo intuito cosa stesse succedendo nel mercato, prima della crisi mondiale del 2008, approffittarono della situazione facendo a volte precipitare gli eventi e uscendone vincenti.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate