...opinioni sui film...libri...musica e...non solo!

giovedì 3 aprile 2014

Nadeem Aslam Note a margine di una sconfitta ...romanzo ambientato in Pakistan e Afganistan!


Schermata 2013-12-30 a 15.43.26

Nadeem Aslam
 Note a margine di una sconfitta 





 Dall’autore di Mappe per amanti smarriti e la Veglia inutile, un romanzo ambientato in Pakistan e Afganistan nei mesi immediatamente successivi all’11 settembre.




Le tribolate vicende di questo romanzo, ambientato tra il Pakistan e l’Afganistan invaso dagli americani dopo l’11 settembre, si snodano sullo sfondo di un giardino incantato, come ad assorbire la violenza di ciò che accade tutt’intorno, contrapponendo l’innocenza della natura alla crudeltà degli uomini e delle loro guerre insensate. Il giardino appartiene al vecchio Roan, saggio e devoto musulmano che ha costruito un’oasi di pace nella città pakistana di Heer, fondando una scuola aperta ad allievi di ogni credo religioso dove si coltivano le lettere, la matematica e le scienze per allargare gli orizzonti di giovani altrimenti facili prede del fondamentalismo islamico nelle madrasse. Ma le speranze dell’illuminato Roan di porre un riparo alle violenze della guerra che imperversa al di là del confine saranno tragicamente deluse perché i suoi stessi figli, Jeo e Mikal, partiti in segreto per l’Afganistan per contribui- re alla liberazione del paese dalla tirannia talebana, vengono rapiti dai fondamentalisti e costretti a partecipare alla jihad, combattendo contro la popolazione stessa che volevano difendere. Così, mentre nel suo giardino Roan pota le rose, Jeo viene ucciso e Mikal venduto agli americani dai signori della guerra che lo avevano catturato. A questo punto, le peripezie di Mikal nel campo di prigionia americano e la sua fuga attraverso il deserto afgano diventano più avvincenti di un film d’azione mozzafiato fino all’amara e drammatica conclusione. Ma la vera protagonista della vicenda è la lotta tra due diversi tipi di male: il fondamentalismo di ogni credo da una parte e l’imperialismo camuffato da democrazia dall’altra, una lotta dove nessun bene trionfa.



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate