...opinioni sui film...libri...musica e...non solo!

venerdì 31 maggio 2013

ZeroZeroZero...viaggio nell'inferno della coca il nuovo libro di Roberto Saviano





ZeroZeroZero
Viaggio nell'inferno della coca

Arrivato sugli scaffali delle librerie il 5 aprile, con prenotazioni che aumentano di giorno in giorno, il nuovo libro di Roberto Saviano si appresta ad essere un grande exploit editoriale. Dopo il successo di Gomorra, pubblicato nel 2006, questo romanzo verità parla della merce più usata e bramata del nostro tempo: la cocaina.







Trama
"Scrivere di cocaina è come farne uso. Vuoi sempre più notizie, più informazioni, e quelle che trovi sono succulente, non ne puoi più fare a meno. Sei addicted. Anche quando sono riconducibili a uno schema generale che hai già capito, queste storie affascinano per i loro particolari. E ti si ficcano in testa, finché un'altra - incredibile, ma vera - prende il posto della precedente. Davanti vedi l'asticella dell'assuefazione che non fa che alzarsi e preghi di non andare mai in crisi di astinenza. Per questo continuo a raccoglierne fino alla nausea, più di quanto sarebbe necessario, senza riuscire a fermarmi. Sono fiammate che divampano accecanti. Assordanti pugni nello stomaco. Ma perché questo rumore lo sento solo io? Più scendo nei gironi imbiancati dalla coca, e più mi accorgo che la gente non sa. C'è un fiume che scorre sotto le grandi città, un fiume che nasce in Sudamerica, passa dall'Africa e si dirama ovunque. Uomini e donne passeggiano per via del Corso e per i boulevard parigini, si ritrovano a Times Square e camminano a testa bassa lungo i viali londinesi. Non sentono niente? Come fanno a sopportare tutto questo rumore?" 


L'autore

Roberto Saviano nasce a Napoli nel settembre del 1979, figlio di Luigi Saviano, medico napoletano, e della signora Miriam Haftar, di famiglia ebraica ligure. Il suo percorso di studi è tracciato dalla maturità scientifica in un liceo di Caserta e dalla laurea in Filosofia all'Università Federico II di Napoli. La sua brillante carriera giornalistica ha inizio nel 2002, quando inizia a scrivere per numerose riviste come Pulp, Diario, Sud, Il Manifesto. Scrive soprattutto di Camorra, e lo fa in un modo tale che l'autorità giudiziaria lo sentirà già nel 2005 come persona informata sui fatti. La svolta arriva però con la pubblicazione del romanzo non-fiction Gomorra, un'opera in cui la letteratura e il reportage sono lo strumento espressivo per raccontare la dimensione economica, territoriale e imprenditoriale della realtà camorristica. Tutto ciò gli vale le minaccie di morte da parte della Camorra, a seguito delle quali Roberto Saviano è sottoposto a un serrato protocollo di protezione. Dall'ottobre del 2006 vive con la scorta. Successivamente alla pubblicazione del romanzo, Saviano inizia a collaborare con diverse testate italiane ( L'Espresso, La Repubblica) e internazionali (Washington Post, New York Times, Time, El Pais, Die Zelt, Der Spiegel, Expressen, Times). Inoltre scrive insieme a Mario Gelardi lo spettacolo teatrale e la sceneggiatura del film tratti da Gomorra. Saviano ha sempre indicato negli intellettuali meridionalisti e antifascisti come Giustino Fortunato e Gaetano Salvemini, negli anarchici Enrico Malatesta e Michail Bakunin, la matrice culturale della sua opera

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate