...opinioni sui film...libri...musica e...non solo!

giovedì 26 agosto 2010

Lapidazione...chi è senza peccato scagli la prima pietra!






« Chi è senza peccato, scagli la prima pietra »








La lapidazione è un tipo di pena di morte, diffusa fin dall'antichità, nella quale il condannato è ucciso attraverso il lancio di pietre. Spesso tale supplizio avviene con la partecipazione della folla.


La finalità di tale pratica era sostanzialmente l'espiazione pubblica della colpa del reo ed anche la formalizzazione del diritto alla vendetta... difatti, gli stessi accusatori del condannato partecipavano attivamente al lancio delle pietre.


La lapidazione è ancora oggi presente nella giurisdizione di alcuni stati islamici, come Iran,Sudan, Pakistan, Afghanistan...usata per punire prostitute..adultere e omosessuali.. il cui diritto è strutturato sulla legge coranica.
Nella lapidazione il condannato è avvolto in un sudario bianco ed è seppellito fino alla vita, se si tratta di un uomo, e fino al petto, se si tratta di una donna.


La morte può essere causata da danni al cervello, da asfissia o da una combinazione di ferite, mentre la persona può essere colpita più volte senza perdere conoscenza, sicché l'agonia diventerebbe in tal caso molto lenta.

In Iran, paese in cui è praticata da lungo tempo, la procedura è studiata in modo che il decesso non avvenga a seguito di un solo colpo: la legge prevede che:




"le pietre non devono essere così grandi da far morire il condannato al solo lancio di una o due di esse; esse inoltre non devono essere così piccole da non poter essere definite come pietre"




Campagna contro la Lapidazione
E' stata indetta dall' International Cmmittee Against Stoning, una campagna contro la lapidazione, in 100 città del mondo.




L'iniziativa ha lo scopo di salvare Sakineh Ashtiani la donna iraniana accusata di adulterio, salvata dall’esecuzione prevista a luglio grazie anche all’impegno della comunità internazionale.





Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate