...opinioni sui film...libri...musica e...non solo!

mercoledì 20 novembre 2013

Il sogno...e il suo significato!


Il sogno è un fenomeno legato al sonno e in particolare alla fase REM del sonno, caratterizzato dalla percezione di immagini e suoni apparentemente reali.
Lo studio e l'analisi dei sogni inducono a riconoscere un tipo di funzionamento mentale avente leggi e meccanismi diversi dai processi di pensiero che sono oggetto di studio della psicologia tradizionale. Freud nel '900, spiegò questa modalità di funzionamento dell'apparato psichico descrivendo la psicologia dei processi onirici e suddivise il funzionamento dell'apparato psichico in due forme che chiamò processo primario e processo secondario.Secondo tale teoria psicoanalitica classica, il sogno sarebbe la realizzazione allucinatoria durante il sonno di un desiderio inappagato durante la vita diurna.
Dopo Freud, molti analisti di varie correnti si sono interessati al sogno. Contributi originali sono stati portati nel 1952 da Ronald Fairbairn,per il quale il sogno sarebbe un fenomeno schizoide, da interpretare alla, luce della teoria degli oggetti parziali della Klein,ponendo l'accento sull'aspetto simbiotico della personalità.
Bonime nel 1962 propone una teoria del sogno basata sulla concezione che il sogno sia un autoinganno volto a preservare e a rafforzare un modello di vita, ponendo l'accento sull'aspetto comportamentale sociale della personalità.


Sogno e il suo significato
E' importante chiarire innanzitutto il rapporto tra conscio e inconscio. Paragona la tua mente ad un iceherg.La parte emergente rappresenta il conscio (cioe tutto quello di cui siamo pienamente consapevoli), la parte sommersa l'inconscio (che e la sfera dell'attivita psichica che non raggiunge la soglia della coscienza ed e quindi al di fuori di un controllo consapevole). Dalla sfera del conscio vengono dunque spostati nell'inconscio tutti i ricordi penosi, insopportabili o inutili: i traumi infantili, i problemi sessuali, i desideri irrealizzati. Questi problemi non vengono pero risolti ma solo "spostati" e continuano quindi a renderci inquieti e infelici. L'inconscio ci rivela i suoi problemi attraverso il sogno che ha un linguaggio simbolico e un meccanismo censurante che distorce i problemi fondamentali sotto altre sembianze. Interpretando un sogno, quindi, e cercando di decifrarne il simbolismo, analizziamo la nostra psiche, ne facciamo risalire i problemi sepolti, ne scopriamo le cause e... ce ne liberiamo!









L'interpretazione dei sogni
di Sigmund Freud



Sinossi
Pubblicato nel 1899, "L'interpretazione dei sogni" portava la data del 1900. Così l'autore ne volle sottolineare la portata epocale. Fino ad allora, infatti, il sogno era considerato un'attività della psiche di scarsa importanza e priva di significato. Freud invece è convinto che il sogno abbia senso e che compito dell'analisi sia ricostruire a ritroso il percorso dell'attività onirica ­ che camuffa dietro al contenuto manifesto (quello che si ricorda al risveglio) un contenuto latente (quello simbolico, da interpretare). Testo ricco e complesso, ha segnato un momento fondamentale nello sviluppo scientifico della psicoanalisi, ma anche nell'acquisizione da parte dell'umanità novecentesca della consapevolezza dei propri processi mentali. Il suo fascino rimane oggi immutato e questa edizione, pubblicata in contemporanea con Einaudi, lo propone come imprescindibile classico del Novecento.




L'interpretazione dei sogni
Tre saggi sulla sessualità Introduzione alla psicoanalisi. 
di Sigmund Freud

Sinossi

Sono qui raccolti tre saggi fondamentali di quella vera e propria rivoluzione del pensiero che fu la psicoanalisi. Grazie a L'interpretazione dei sogni (pubblicata nel 1900) il misterioso territorio dell'inconscio cessava di essere un regno fumoso e indefinito da indagare senza bussola, per acquistare una geografia e una toponomastica ben precisi; il sogno diventava un labirinto di simboli da esplorare per illuminare gli angoli bui della coscienza. Nascevano i concetti di Super-io ed Es, insieme alle definizioni di rimosso, di nevrosi e psicosi, che oggi sono di pubblico dominio e sono usati e abusati quotidianamente. I Tre saggi sulla sessualità (1905) raggruppano un primo importante nucleo di ragionamenti sulle pulsioni sessuali, gli istinti, le trasformazioni della libido in infanzia e in adolescenza, le devianze, che tanta importanza hanno nell'articolata teoria psicoanalitica. Nell'Introduzione alla psicoanalisi, infine, è la viva voce di Freud stesso, in un ciclo di lezioni tenute a Vienna dal 1915 al 1917 (poi ampliato nel 1932), a offrire la più ampia e completa presentazione della psicoanalisi.




Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate