...opinioni sui film...libri...musica e...non solo!

giovedì 26 novembre 2015

Woody Allen e i suoi aforismi!




« Non voglio raggiungere l'immortalità attraverso le mie opere; voglio raggiungerla vivendo per sempre. Non mi interessa vivere nel cuore degli americani; preferisco vivere nel mio appartamento. »




Biografia
Allen Stewart Konigsberg - in arte Woody Allen - nasce il 1º dicembre 1935 a Brooklyn, New York in una famiglia di modesta condizione sociale di origini ebraiche...il padre, Martin Königsberg (1900-2001), svolge diversi lavori tra cui quella di incisore di gioielli presso un orafo, cameriere a Manhattan e infine tassista...la madre, Nettea Cherry (1908-2002), è impiegata come contabile presso un fiorista...nel 1943 nasce sua sorella, Letty Aronson, che lo sosterrà e gli sarà sempre molto vicina.


A soli tre anni Allen vede al cinema Biancaneve e i sette nani, ed è subito amore per il cinema: iniziò a inventare e a raccontare storie, e a otto anni proclamò la sua intenzione di diventare regista. A quindici assunse il nome d'arte Woody Allen, pensando che l'avrebbe aiutato ad essere preso sul serio come cineasta.Presto ebbe le prime scritture come autore di battute e barzellette per programmi televisivi e radiofonici, e incominciò a lavorare come comico in un night club.


Nel 1965 scrisse la sua prima sceneggiatura, per Ciao Pussycat, film in cui fece anche la sua prima prova d'attore. Debuttare alla regia fu più laborioso: alla fine vi riuscì, con Prendi i soldi e scappa, e la United Artists lo scritturò dandogli carta bianca per il lavoro successivo, per poi rimangiarsi la parola quando Woody propose un film drammatico invece dell'attesa commedia. Si ripiegò su Il dittatore dello stato libero di Bananas; da allora il regista newyorkese ha diretto decine di film, prevalentemente commedie ma anche drammi tormentosi come Crimini e misfatti e lavori più complessi e stratificati come Io e Annie, che gli valse gli Oscar per regia e sceneggiatura.



La carriera di Woody è stata legata indissolubilmente anche alle compagne che si sono succedute al suo fianco, nel lavoro e nella vita, e cioè Diane Keaton - la sua Annie Hall - e Mia Farrow, protagonista tra gli altri di Zelig e di Hannah e le sue sorelle.Dopo il naufragio della relazione con Mia, Woody ha ritrovato l'amore la nella giovanissima Soon-Yi, figlia adottiva della Farrow.

Aforismi


Che cos'è bianco-nero-bianco-nero-bianco-nero-bianco-nero-bianco? Una suora che ruzzola dagli scalini.

Ci sono due tipi di persone in questo mondo, i buoni e i cattivi. Il buono dorme meglio, ma il cattivo sembra godersi molto di più le ore diurne.

Credo solo in due cose: nel sesso e nel decesso.

Da bambino andai in un campeggio estivo per bambini di tutte le religioni. Così fui picchiato da bambini di tutte le religioni.

Gli intellettuali sono come la mafia. Si uccidono tra di loro.

Ho letto la Bibbia recentemente, non male, peccato però che il personaggio principale sia poco credibile.

Ho preso lezioni di lettura veloce ed adesso sono capace di leggere Guerra e Pace in venti minuti. Parla della Russia.

Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana di più e in quella settimana pioverà a dirotto.

I cattivi hanno sicuramente capito qualcosa che i buoni ignorano.

I guai sono come i fogli di carta igienica: ne prendi uno, ne vengono dieci.

I miei problemi sono iniziati con la prima educazione. Andavo in una scuola per insegnanti disagiati.

La morte è come il sonno, ma con questa differenza: se sei morto e qualcuno grida: "In piedi, è giorno fatto!", ti riesce difficile trovare le pantofole.

Da bambino volevo un cane. Ma i miei erano poveri. Così mi comprarono una formica.

È impossibile sperimentare la propria morte oggettivamente e continuare a cantare una melodia.

È meglio amare o essere amati? Nessuno dei due se il vostro colesterolo è più di seicento

Il cibo in questo posto è veramente terribile. Inoltre le porzioni sono scarse. Tutto questo può essere paragonato al sentimento che ho nei confronti della vita

Il mio unico rimpianto è quello di non essere un altro.

Il motivo per cui la carne di maiale sia proibita dalla legge ebraica è tuttora poco chiaro e alcuni studiosi ritengono che la Torah suggerisca semplicemente di non mangiarla in taluni ristoranti.

Il pettegolezzo è come fumare sigarette e mangiare würstel: piacevole ma poco salutare

Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile

Io sono un tipo all'antica. Non credo alle relazioni extraconiugali. Credo che ci si dovrebbe accoppiare a vita come i piccioni e i cattolici

La differenza tra l'amore e il sesso, è che il sesso allevia le tensioni e l'amore le provoca.

La maturità di una persona non si misura dall’età ma dal modo in cui reagisce svegliandosi in pieno centro in mutande.

L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande

La morte è come il sonno, ma con questa differenza: se sei morto e qualcuno grida: "In piedi, è giorno fatto!", ti riesce difficile trovare le pantofole

Non è che ho paura di morire. Solo che non voglio esserci quando accadrà.

Non mangio mai ostriche. Il cibo mi piace morto. Non malato, né ferito, morto.

Non mi hanno preso sotto le armi perché non ero abile, ma alienabile: in caso di guerra, ero da dare in ostaggio.

Provo un intenso desiderio di tornare nell'utero. Di chiunque

Se mantieni la calma mentre tutti intorno a te hanno perso la testa, probabilmente non hai capito qual è il problema

Sono un grande amatore, perché mi sono molto allenato... da solo










Conversazioni su di me e tutto il resto 







Per oltre trent'anni Woody Allen ha conversato regolarmente e sinceramente con Eric Lax, facendolo andare sui suoi set, facendolo entrare nel suo studio, consentendogli di chiedergli (quasi) qualunque cosa. Dal 1971 al 2007, Woody Allen discute con lui di tutto: dai suoi film al suo modo di scrivere, dalle sue ossessioni (il jazz, Freud e le donne) ai suoi attori preferiti, dalle sue depressioni ai film che ama di più alla relazione con Soon-Yi che ha portato alla crisi del sodalizio con Mia Farrow. Ne esce un ritratto a tutto tondo di una delle personalità più curiose dei nostri giorni. Non mancano materiali inediti che aggiungono più di un elemento a tutto quello che, su Woody Allen, si sa. Non mancano spunti esilaranti, col solito, irresistibile, suo cinismo: "Credo fermamente che quando sei morto, leggere il tuo nome su una strada non aiuta il tuo metabolismo."







Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Translate